HOME FORUM SALAGIOCHI MEDIA GALLERY FACEBOOK SITEMAP

AMAZON GRANDI OFFERTE PER TE." CLICCA QUI "

Vai indietro   ♥ BR3 Games ♥ > Sezione Festività > Carnevale
Non ricordi la Password?? Unisciti a noi!

Non registrato
Benvenuto/a su BR3games......Buona navigazione
Piccolo Supporto

Avvisi

RispondiScrivi nuova discussione
 
Strumenti discussione Modalità visualizzazione
Vecchio 13-02-10, 21:00   #1
camilla
 
L'avatar di camilla
 
Data registrazione: Aug 2009
Località: In ogni dove
Messaggi: 921(1%)
View camilla's Profile   View camilla's Photo Album   Add camilla's to Your Contacts   View Social Groups
camilla è un ottimo utentecamilla è un ottimo utentecamilla è un ottimo utente

Vetrina Premi


Umore
Crybaby

camilla non è in linea
  • Submit Thread to Facebook
Predefinito Carnevale: Le origini.

CARNEVALE deriva dal volgare, carne levare, in relazione al giorno precedente l'inizio della Quaresima, in cui cessava il consumo della carne. Con il "carnevale" s'indicano i festeggiamenti, che precedono l'inizio della Quaresima.
Il primo giorno del Carnevale è fissato in base alle prescrizioni ecclesiastiche. L'inizio può essere il 1°gennaio, il 17 gennaio (S.Antonio) o il 2 febbraio (festa della Candelora), e si protrae fino al mercoledì delle Ceneri (nel rito ambrosiano, fino alla prima domenica di Quaresima).

-------------------------------------------------------------------------



Il carnevale è una festa contadina, che risale ai riti tradizionali della stagione invernale. L'esplosione di gioia e l'uso della maschera avevano la funzione di allontanare gli spiriti malefici. La maschera, infatti, rendendo l'uomo simile agli animali, gli dava un potere simbolico e temporaneo sugli animali sacri.
Si ipotizza che la licenza sessuale, in uso durante il carnevale, sia riconducibile ai riti di fecondità della terra.
L'usanza di bruciare un fantoccio richiama i sacrifici primitivi.
Gli antichi romani si abbandonavano a festeggiamenti, che richiamano il carnevale odierno, durante i "Saturnali", feste dedicate al dio Saturno (divinità italica delle sementi), che iniziavano il 17 dicembre e si protraevano per sette giorni.
La festa veniva inaugurata a Roma, con un sacrificio solenne, seguito da un generoso banchetto pubblico. Seguivano, poi, festeggiamenti di vario genere (gioco d'azzardo, allegre bevute, scambio di doni più o meno simbolici), che spesso sfociavano in eccessi. Durante i Saturnali tutto era consentito, in particolare era in uso lo scambio dei ruoli, indossando gli abiti altrui; gli schiavi venivano, ad esempio, serviti dai liberti o dai padroni e potevano concedersi ogni libertà!
Si estraeva a sorte una specie di re della festa, che aveva ogni potere.

Con l'avvento del cristianesimo, il carnevale continuò ad essere celebrato, ma perse il suo contenuto magico e rituale.
Durante il Medioevo, il clero tollerò le feste popolari, anche le più grossolane, come la festa dell'asino e la festa dei folli (feste popolari, caratterizzate da gare tra asini o, nel secondo caso, dalla celebrazioni di stravaganze, definite follie).
Tra i divertimenti più diffusi, i balli in maschera erano i più amati. Una curiosità: danzando il ballo degli ardenti, il re di Francia, Carlo VI, stava per perdere la vita, travestito da orso. I partecipanti alla festa dovevano danzare intorno ad un fuoco ed il travestimento ingombrante del sovrano francese prese fuoco durante il ballo.
Fu durante i secoli XV° e XVI°, che si diffusero le mascherate pubbliche, e si rinnovarono alcune tradizioni.
I romantici mostrarono un grande interesse per le manifestazioni popolari, ma ormai questi divertimenti erano stati profondamente ridimensionati, ed avevano perso il loro splendore. Un declino, iniziato già da qualche tempo.


In Italia il carnevale è stato sontuosamente celebrato per secoli. Ancora oggi sono visibili alcuni tratti di quest'antica festa popolare, nel Carnevale di Venezia o nel Carnevale di Viareggio.
Per entrare meglio nelle tradizioni italiane, segue una breve carrellata sulle maschere italiane più famose.
  Rispondi citando
  #1.5

Bot

Posting ADS
 
 
Data registrazione: Da Sempre
Località: bot
Messaggi: Tanti

bot is online  
Vecchio 13-02-10, 21:09   #2
camilla
 
L'avatar di camilla
 
Data registrazione: Aug 2009
Località: In ogni dove
Messaggi: 921(1%)
View camilla's Profile   View camilla's Photo Album   Add camilla's to Your Contacts   View Social Groups
camilla è un ottimo utentecamilla è un ottimo utentecamilla è un ottimo utente

Vetrina Premi


Umore
Crybaby

camilla non è in linea
  • Submit Thread to Facebook
Predefinito Carnevale: Maschere

L'aria si colora di stelle filanti e coriandoli, mentre un'ondata di buon umore si diffonde, soprattutto tra i bambini, per le strade. E' l'effetto del carnevale: un'antica festa, che ogni anno ritorna, per divertire grandi e piccini.


Tra le maschere più note, ricordiamo:

Arlecchino




Pulcinella




Pantaleone




Facanapa



Brighella




Balanzone


Ultima modifica di Stefania83; 01-02-11 alle 13:47.
  Rispondi citando
Vecchio 13-02-10, 21:17   #3
camilla
 
L'avatar di camilla
 
Data registrazione: Aug 2009
Località: In ogni dove
Messaggi: 921(1%)
View camilla's Profile   View camilla's Photo Album   Add camilla's to Your Contacts   View Social Groups
camilla è un ottimo utentecamilla è un ottimo utentecamilla è un ottimo utente

Vetrina Premi


Umore
Crybaby

camilla non è in linea
  • Submit Thread to Facebook
Predefinito LA storia delle MAschere di Carnevale

Forse sono esistite da sempre. Le portavano gli uomini delle caverne quando si dedicavano ai loro strani riti magici.
Ci sono due tipi di maschere: quelle facciali che nascondono il volto e quelle a elmo che nascondono completamente la testa. C’e’ stato un momento in cui la maschera la portavano tutti.
La maschera nel 1800 la si usava nei balli e nei festeggiamenti di carnevale. Cinquecento anni fa gli attori della commedia dell’ arte crearono le maschere personaggio, dal servo sciocco e dall’ intrigante nacquero maschere come Arlecchino e Brighella.
In teatro mantennero a lungo questa caratteristica, finche’ il declino della Commedia dell’ Arte li allontano’ pian piano dai palcoscenici per limitare la loro presenza nei teatri dei burattini e nelle sfilate di carnevale.

Ultima modifica di Stefania83; 01-02-11 alle 13:41.
  Rispondi citando
Vecchio 13-02-10, 21:18   #4
camilla
 
L'avatar di camilla
 
Data registrazione: Aug 2009
Località: In ogni dove
Messaggi: 921(1%)
View camilla's Profile   View camilla's Photo Album   Add camilla's to Your Contacts   View Social Groups
camilla è un ottimo utentecamilla è un ottimo utentecamilla è un ottimo utente

Vetrina Premi


Umore
Crybaby

camilla non è in linea
  • Submit Thread to Facebook
Predefinito La Cartapesta

Nonostante le pluricentenarie origini di alcuni carnevali italiani, il primo carro allegorico viene costruito a Viareggio nel 1873. Questo carro era realizzato da addetti del porto che, ispirandosi alle tecniche di costruzione delle navi, riuscirono ad erigere strutture con corde, cavi d’acciaio e paranchi usati nei cantieri. Queste prime opere avevano dei mascheroni realizzati in gesso e pesavano, quindi, anche parecchi quintali. Nel 1921 un carro ospitò, per la prima volta, una intera orchestra. La cosa ebbe così successo che nel 1923 alcuni carristi pensarono di far “ballare” anche i pupi, realizzando, così, i primi movimenti.
La nascita della moderna “cartapesta” (in realtà carta da calco) e’ però dovuta al Maestro Antonio D’Ariano (1925) che pensò ad un nuovo sistema: ricoprire la creta con il gesso, in modo da ottenere uno stampo al negativo della figura originale, e poi mettere vari strati di carta all’interno di un modello di gesso. Una volta asciugata, la sagoma in carta si staccava dal gesso senza problemi e, identica all’originale, pesava qualche chilo invece di quintali. Grazie a questa invenzione si possono costruire carri immensi che sfiorano le leggi della gravità.
  Rispondi citando
Vecchio 13-02-10, 21:22   #5
camilla
 
L'avatar di camilla
 
Data registrazione: Aug 2009
Località: In ogni dove
Messaggi: 921(1%)
View camilla's Profile   View camilla's Photo Album   Add camilla's to Your Contacts   View Social Groups
camilla è un ottimo utentecamilla è un ottimo utentecamilla è un ottimo utente

Vetrina Premi


Umore
Crybaby

camilla non è in linea
  • Submit Thread to Facebook
Predefinito Dolci e piatti di Carnevale

Dolci tradizionali:
Grostoli -Trentino
Taralli al naspro-Basilicata ed altre regioni meridionali
Bocconotti-Puglia
Castagnole-Lazio e Romagna
Fritole-Veneto
Rufioi-Friuli
Amaretti-Abruzzo
Scorpelle-Molise

Scroccafusi-Marche
Tagliatelle Fritte-Emilia Romagna
Tortelli di carnevale-Lombardia
Mpacchiuccata-Sicilia
Sciumette-Liguria
Sanguinaccio


Chiacchiere (simili in tutta Italia con nomi diversi) Campania e Lombardia


Menu di Carnevale:

Lasagna

Braciola di maiale

Fegato nella “rezza”

Costarizze

Costatelle di maiale
cena.
  Rispondi citando
Rispondi


Utenti attualmente attivi che stanno vedendo questa discussione: 1 (0 utenti e 1 visitatori)
 
Strumenti discussione
Modalità visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi inviare risposte
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivo/e
Faccine sono Attivo/e
Il codice [IMG] è Attivo/e
Il codice HTML è disattivato

Salto Forum


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 04:08.

Powered by vBulletin® Version 2019
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione in Italiano: P2psin.it & Cionfs.it

Skin By vB Skins
Friends of Webmaster Resources Copyright ©2009 ♥ BR3 Games ♥ All rights reservedNavbar with Avatar by Motorradforum
Cultural Forum | Study at Malaysian University